mercoledì 2 settembre 2015

Belle persone

"Nuovo arrivato che hai in questi giorni? Sembri triste, preoccupato...sei spento!"
"No, niente. Tutto bene."
"Seh, va bè! Problemi con la tua ragazza?"
La tipa in questione non è ovviamente la collega Ina e le mie speranze nei loro riguardi come coppia si sono arenate qualche mese fa, quando lui ha incontrato questa super figa e ci si è fidanzato praticamente la sera stessa dichiarando questa donna sarà mia moglie...
"Non c'è in questi giorni: è all'estero"
"Ah, ecco: ti manca?"
"Sì, certo...in realtà stavo pensando a come farle arrivare una sorpresa, un mazzo di rose rosse...ma costa un casino..."
"Se sai dove alloggia puoi fare una chiamata e chiedere che ti facciano da tramite. Un bonifico e risolvi!"
"Bella idea! Certo, so tutto! Chiamo in clinica...speriamo di trovare qualcuno che parli decentemente l'Inglese..."
"L'Inglese?! E perché non dovrebbero parlare Inglese?! Ma dove diavolo sta?!"
"In Serbia"
"Scusa se mi faccio i fatti tuoi, ma...hai parlato di clinica...sta poco bene? spero sia una sciocchezza, qualcosa che si risolva presto!"
Silenzio, tristezza.
"Non va bene che non rispondi. Un problema grande che si può risolvere?"
"Se è per questo si spera sempre...è lì per affrontare una cura, una speranza che qui in Italia non ha e che altrove costa troppo"
"Ti stai riferendo ad una malattia invalidante nel tempo?"
"Sì"
"Chi lo sa?"
"Mia madre: non ha reagito bene inizialmente, ma l'ho rimproverata; anche a me potrebbe capitare di ammalarmi, avere un incidente o altro...non abbiamo certezze sul futuro anche se oggi stiamo bene no?!"
"Giustissimo! Hai fatto bene. E' una decisione sul tuo futuro che devi prendere da solo...anche se capisco benissimo il punto di vista di tua mamma. Ma se fossi tu al posto della tua ragazza tua madre vorrebbe immensamente che qualcuno ti amasse come tu ami lei. Nonostante tutto...perché questa ragazza la ami, vero?"
"Sì, la amo"
"Troverai il modo di superare i momenti bui, se lo vorrai. Qualsiasi decisione prenderai alla fine sarà quella giusta. Sei preoccupato?"
"Sì..."
"Immagino..."
"...ho paura che lei possa essere così presa mentalmente da questa malattia da pensare un giorno di non amarmi più...ho paura di perderla..."
Ho immaginato male, ma non gliel'ho detto. Ho sorriso dentro e fuori.


18 commenti:

  1. Risposte
    1. Situazione triste ma protagonisti felici...nonostante tutto

      Elimina
  2. Che brutta storia... Non possiamo noi essere vicine al nuovo arrivato, ma so che tu lo saprai supportare e capire...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È ben saldo grazie al sentimento che prova. Quando restiamo soli a volte ha voglia di parlare: lo ascolto ma non ha bisogno di me!

      Elimina
  3. Questo ragazzo ha sicuramente coraggio, non tutti riescoo ad affrontare problemi così grossi. La malattia della sua ragazza avrebbe potuto spaventarlo, chissà se la sua fidanzata pensa lo stesso del "nuovo arrivato". Cioè, chissà se la ragazza non abbia paura che a causa della sua malattia lui possa allontanarsi da lei. Prova a spiegare questo al nuovo collega. Un bacio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già fatto ;)
      Lei gli dice spesso: "mi stai abituando male, mi vizi, se poi dopo..."

      Elimina
  4. Risposte
    1. Coraggioso e follemente incosciente...semplicemente innamorato!

      Elimina
  5. Oh, Fortunata! Che storia triste! Che grande uomo il tuo collega! Da ammirare!
    Chissa quanto stanno soffrendo entrambi!
    Credo che abbia ragione Mamy sopra. Se puoi spiegagli che forse anche lei può avere paura che lui si allontani aa causa della malattia.
    Noi non potremo fare granchè per lui però so che tu farai quanto in tuo potere per stargli vicina e sostenerlo. Anche solo ascoltarlo.
    Ne ha veramente bisogno ora!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambi hanno una famiglia salda e forte alle spalle. Credo sia questo il segreto dei due giovani. Sono onorata della confidenza che mi ha accordato e mi sento anche un po' in colpa ad aver scritto questo post...l'ho fatto di getto e protetta dall'anonimato...eppure...

      Elimina
  6. Mi si è davvero stretto il cuore a leggere questa storia.
    Io non ho vissuto qualcosa di così tragico, ma ho vissuto comunque qualcosa di serio, e ho avuto la grandissima paura che il mio Stanley mi lasciasse. Sono stata fortunata perché è ancora con me. Auguro di tutto cuore tutto il bene per questa coppia. A presto .. Dream Teller

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Storie come questa e come la tua sono di grande esempio per tutte le coppie...certo ci vuole una buona dose di fortuna!
      A presto, un abbraccio

      Elimina
  7. Ma che è successo? Come stai? Come mai non scrivi più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto bene, grazie per il pensiero!
      Sto vivendo in uno stato confusionale da qualche mese a questa parte e faccio fatica a mettere nero su bianco i miei pensieri sconnessi...ma tornerò presto!

      Elimina
  8. Speriamo vada tutto bene e che riescano ad affrontare questo problema sempre uniti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glielo auguro di cuore. Per ora procede alla grande!

      Elimina