giovedì 15 ottobre 2015

Senso materno

Sabato mattina la bambolotta era estremamente buona e tranquilla. Educatissima con tutti i suoi posso?, per favore?, grazie!, ti voglio bene...non che normalmente non sia buona...ma è estremamente vivace ed impegnativa...spesso capricciosa!
Ad un certo punto ha dichiarato:
"Mamma, ho mal di tetsta!"
"Come mal di testa?! Dove senti male...dentro o fuori?"
"Dentlo!"
Mi sono preoccupata, ho chiamato il Fatalista in qualità di infermiere a fare le dovute verifiche ed il responso è stato: sarà una sciocchezza! 
Alla fine ho pensato che potesse essere un malessere legato al cattivo tempo: è degna figlia di suo padre, meteoropatico per eccellenza!
Poco dopo:
"Mamma...ho mal di tschiena!"
"Mal di schiena?! E' da troppo tempo che sei seduta a fare puzzle, alzati!...ma che hai? sei strana...senti male alla gola? ti ho sentita tossire..."
"Mi tsento la febble!"
Uahahahahaihihihih...ma tu senti questa minuscola come parla e cosa dice! ma che ne vuoi sapere tu di dolori e febbre a neanche ventisette mesi di vita?!
"Mi dispiace, piccolina!...ora sai che facciamo? Usciamo sotto la pioggia a provare il tuo nuovo ombrellino e la mantellina...ti va di andare al mercato a comprare le galosce come Peppa Pig?"
"Tsììììììììììììì!"
Rientrati per pranzo non ha voluto mangiare.
Il Fatalista ha sentenziato:
"Fortunata, vedo la bambina strana...misuriamole la febbre..."
38.1
Ok. A due anni si è capaci di esprimere il proprio malessere con precisione. Fortunata, sei una mamma degenere!
In seguito al weekend di paura (ancora preda di indicibili sensi di colpa), lunedì mattina mi sono precipitata dal pediatra prima di andare al lavoro per far visitare la piccola ammalata.
Dopo di noi è entrata una giovane mamma, una ragazza stupenda, con un bimbetto adorabile tra le braccia.
Era agitata, preoccupata, ai limiti della crisi isterica. Si è seduta affianco a me.
Una delle altre mamme ha chiesto:
"Quanto ha il tuo bambino?"
"Sei mesi! E' tutto raffreddato...tossisce continuamente...non riposa un attimo!" quindi ha perso il controllo, visibilmente stanca anche lei, "E' la prima volta...non lo so...sarà che è così piccino  ed indifeso...troppo piccolo per stare male! Io mi sento impazzire..." e le sono spuntate le lacrime.
Al che, la mamma che le aveva rivolto la domanda si è visibilmente imbarazzata ed altre mamme hanno puntato il loro sguardo severo sulla giovane mamma che ha continuato sussurrando un "...voi non potete capire!"
Ho superato la mia abituale avversione alla conversazione e mi sono intromessa con decisione e gentilezza, sfidando tutte con lo sguardo:
"Ma che dici?! Certo che ti capiamo! Ci siamo passate tutte...è normale, stai serena"...ho iniziato dolcemente ad aiutarla a sfilarsi il giubbotto, con calma; "Poi scoprirai che i bimbi sono molto più forti di quel che sembrano: hanno risorse infinite! Guarda come sorride il tuo bambino, come reagisce con gioia!" ho continuato giocando con il piccolo ometto fra le sue braccia.
"E non credere che per noi sia diverso: non siamo meno preoccupate perché abbiamo figli più grandi o ne abbiamo più d'uno...abbiamo solo imparato a rassegnarci! Nel momento in cui si diventa madri il mondo fa molta più paura e...la sai una cosa?...col tempo non migliora!".
Scherzosa ma sincera.
Si è rilassata ed ha cominciato a far giocare il suo pupo, allegro nonostante i malanni di stagione.
Brava, Fortunata! Stavolta puoi essere contenta di te stessa...se solo fossi stata così comprensiva con tua figlia...
E' che...le mamme sono già di per sé una strana razza; ma il senso materno trova i modi più impensabili per apparire e scomparire!!!

6 commenti:

  1. Non essere troppo severa! Sei una mamma stupenda... e comunque qualche errore di valutazione è normale... diciamo che ammettere che i nostri figli si stanno ammalando significa riconoscere che ci toccherà risolvere un po' di rogne... parola di mamma non modello ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho portata a passeggiare sotto la pioggia...sono andata oltre la negazione del problema [-(

      Elimina
  2. anche io mi son resa conto di essere "migliore" con le altre. riesco a rassicurare e a dare ottimi consigli e a volte il mio rammarcico è:se solo mi fossi calmata un po prima, magari avrei affrontato le cose in maniera più rilassata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne parliamo! Io predico bene ma razzolo male...

      Elimina
  3. Se le cose non le guardiamo dalla giusta distanza non le vediamo!!! Bentornata!!!

    RispondiElimina