giovedì 11 giugno 2015

Il dopo

Visita post operatoria, la ginecologa mi ha dato appuntamento questa sera:
"Dottoressa...volevo chiederle...forse è una questione psicologica, ma non sto bene: non riesco a dormire, ho spesso improvvisi mal di testa..."
"Beva una tisana la sera: non credo che sia una reazione dovuta all'operazione; è più probabilmente un disturbo legato al fattore psicologico...è un'esperienza che inevitabilmente si porta dietro quantomeno una forte delusione...ad ogni modo le sconsiglio di prendere farmaci. E poi deve considerare che i suoi ormoni impiegheranno un po' di tempo a tornare quelli di prima: dopo le prossime mestruazioni vedrà che andrà meglio. Certo dipende molto dal fattore individuale, dal carattere e dal vissuto, ma se dovesse aver bisogno io sarò a sua disposizione, mi chiami quando vuole"
Poco prima mi ero stesa sul lettino per la visita...e l'ecografia.
Ho avuto un flash, mi è sembrato di vedere ancora una volta la camera vuota, come se fossi stata improvvisamente catapultata nelle settimane scorse. Ho rivissuto la delusione, il dolore, il nodo in gola. Mi sono agitata sul lettino ed ho fatto fatica a non scappare via in lacrime.
Non so neanche come ho fatto a riprendere il controllo di me stessa e riuscire a farle delle domande.
Che passi in fretta questo mese e che tornino le malefiche rosse!
...Non ci credo che lo avrei mai detto!

25 commenti:

  1. Lasciati andare....
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho paura che se mi lascio andare non mi riprendo più...

      Elimina
  2. Dai tempo al tempo, vedrai che tutto tornerà come prima e ritroverai la serenità...
    Nell'attesa prova davvero con una tisana rilassante...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo presto! Non credo che mi convertirò alla tisana con questo caldo: cerco di stancarmi sperando di crollare. Che poi in effetti mi addormento, solo che mi risveglio continuamente, riesco a riposare proprio poco!

      Elimina
  3. Ci vuole tempo, solo il tempo potrà placare, attenuare, sopire la delusione, il dolore, la tristezza. Il tuo corpo mostra solo i segni di questa sofferenza, ascoltalo e soprattutto sii indulgente con te stessa!!!

    Un super abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta...è un passaggio obbligato per il ritorno alla normalità, lo so. È che non sono abituata a non avere il controllo di me stessa...
      Grazie per il consiglio, ti abbraccio forte anch'io!

      Elimina
  4. Tutto vero quello che hanno scritto lafenice, Maira e mamma Ova.
    Certo però che la dottoressa poteva essere meno sbrigativa. Una tisana fa benissimo ma una chiacchierata altrettanto.
    Beh.. tu usa noi se hai bisogno. Io sono più che disponibile ad ascoltarti e penso che anche le altre lo siano.
    Dal canto mio non farti problemi. Quando vuoi e se vuoi mi scrivi e io ti ascoclto volentieri.
    Certo che di persona sarebbe un'altra cosa, però...
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho condensato il senso del suo discorso e probabilmente non sono stata capace di mantenerne la forma: in realtà l'ho trovata disponibile e rassicurante.
      Certo non è facile per me aprirmi con colei che mi ricorda immancabilmente il dolore...voi siete tutt'altra cosa!
      Grazie, sei stata un tesoro

      Elimina
    2. Figurati Fortunata!
      Anche se virtuali a cosa servono le amiche?
      Sono contenta di aver frainteso. Capisco che la dottoressa in questo momento ti ricordo solo il brutto e il dolore però proprio perchè ti ha seguita in tutto può essere un bell'appoggio.
      Coraggio stella. Passerà! Vedrai... non pretendiamo che sia subito ma passerà.
      Un bacione!

      Elimina
  5. Credo che ci sia tanta ignoranza sul tema anche negli addetti ai lavori, storie come la tua magari vengono valutate più alla leggera, e ci vorrebbe una maggiore attenzione sotto il profilo emozionale anche da parte dei medici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso parlare per tutti, ma io avrei avuto bisogno di un sostegno psicologico soprattutto nei momenti immediatamente precedenti e seguenti al raschiamento. Senza contare le difficili dinamiche di coppia che possono scaturire...

      Elimina
  6. ti abbraccio forte...e ti capisco benissimo!! spero che tuo marito ti stia vicino chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta provando e per me è davvero importante anche il minimo sforzo.
      Tu come stai, Chiara? Vi penso tanto, cercate di farvi forza: la vita sembra fermarsi davanti al dolore, ma non è così...

      Elimina
  7. Inutile negare che ci sarà tempo, ma noi siamo qui ad ascoltarti. Se hai voglia scrivimi, ti leggo volentieri. Un abbraccio. PS con la tisana magari facci dei ghiaccioli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella dei ghiaccioli sì che è una buona idea!!!
      Grazie per la disponibilità...un bacio

      Elimina
  8. Ogni donna a cui capita ciò che è successo a te dovrebbe essere seguita per alcune settimane dopo l'intervento, un aiuto psicologico è indispensabile per aiutare a rielaborare il lutto, perchè di questo si tratta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per loro è prassi: punto e basta. Poi non tutte reagiscono nello stesso modo, questo è comprensibile...ma non dovrebbe essere un alibi per scaricarsi la coscienza...

      Elimina
  9. Tieni duro e vedrai che ti riprenderai! Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  10. Forse la tua dottoressa non ha la sensibilità adatta. Hai provato con altre figure? Un'amica vera, un parente, un sacerdote...? Qualcuno con cui poterti sfogare, parlare, piangere senza filtri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto pensando ad una persona: forse riuscirò a vederla questa settimana

      Elimina
  11. E' da un po' che non venivo a trovarti e non sapevo.
    Ho letto l'ultimo post e poi sono andata indietro a leggere il resto.
    E' ricomparsa in me la stessa sensazione della prima volta che sono approdata nel tuo blog.
    Sei una grande donna. Insegni tantissimo con il tuo comportamento.
    Mi accorgo solo ora che anche Flavia ti aveva già letto.
    MAnu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Manu...stavolta sono stata sfortunata nella fortuna...
      Non credo di aver nulla da insegnare ad alcuno; anzi in quest'ultimo periodo mi sento fragile, troppo fragile davvero!
      Grazie per essere passata di qui e per le belle parole.
      Un grande abbraccio

      Elimina