giovedì 24 luglio 2014

Debito

Stamattina, appena la bambolotta si è addormentata sotto l'ombrellone, il Fatalista ne ha approfittato per fare un santo bagno solitario a mare.
Dopo diverso tempo (troppo per un solo bagno)  ho visto che tornava accompagnato da una sua amica, nostra compaesana. Neanche il tempo di salutarla e tentare di ricordare chi fosse, se la conoscessi o meno...che lui mi domanda a bruciapelo:
''Come si chiama il dottore...?''
Non so quale velocissimo collegamento abbia fatto il mio cervello aiutato dall'aria cospirativa di un Fatalista stranamente agitato, ad ogni modo ho capito immediatamente che si riferisse al ginecologo della Iui! Insomma gli ho dato la risposta esatta dopo le sue prime cinque parole ed un nano secondo di riflessione.
''Diglielo! Dille anche tu di tentare con l'inseminazione!''
Ecco, mai avrei pensato di ascoltare queste parole uscire dalla bocca del marito! Superato il primo momento di sorpresa, mi sono dedicata a spiegare velocemente alla ragazza, cercando di non attirare l'attenzione dei vicini d'ombrellone, in cosa consistesse il tutto, a chi rivolgersi, cosa fare.
Soprattutto le ho dato il mio appoggio, se ne vorrà approfittare sono disposta anche ad accompagnarla di persona, suggerirle le scorciatoie, insegnarle a conoscere cose del suo corpo che ben pochi 'esperti' del settore sanno.
Alla fine lei ci ha chiesto:
''Ma la bambolotta...?''
''Senza inseminazione non sarebbe qua!'' le ha risposto il Fatalista mostrandogliela orgoglioso!
Siamo rientrati dal mare baldanzosi, felici di sapere che la nostra esperienza potrà essere d'aiuto a qualcun altro, come lo è stata per noi quella di Lui e Lei.
Il Fatalista ha canticchiato tutto il tempo, pur essendo consapevole di quanto è stonato!
Credo che si senta più leggero oggi al pensiero di aver ''forzato la natura'', ha trovato il suo senso alla nostra esperienza... ed ha la possibilità di ripagare il suo debito alla fortuna.
Lo amo perché stamattina ha trovato il coraggio di domandare qualcosa di terribilmente personale alla sua amica.
Lo amo perché le ha confessato cose che un uomo non confesserebbe mai.
Lo amo perché l'ha trascinata da me...che se ho convinto lui, posso convincere chiunque a non aver paura di essere felice!
Lo amo perché aiuta gli altri non solo per mestiere.
Lo amo, lo so...ma certi giorni lo amo più di altri!

10 commenti:

  1. che bello, poter dare a qualcun'altro una nuova opportunità così meravigliosa... incrocio le dita per lei ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che anche loro possano realizzare il sogno! Ora bisogna vedere che ne pensa il marito di questa opportunità...quando si parla di fecondazione assistita si pensa immediatamente a cose lontane, difficilmente accessibili, sperimentazione...invece è alla portata di tutti, mutuabile, e vi si ricorre di frequente di nascosto, per non far sapere alla gente...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Qualche giorno di più, qualche giorno di meno^_^

      Elimina
  3. Ti leggo da meno di un mese ma vi trovo meravigliosi. Poter aiutare gli altri con la propria esperienza da' un senso nuovo al proprio vissuto come può essere stato il percorso dell'inseminazione sicuramente non privo di dolore.
    un abbraccio
    Ann

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi siamo stati presi per mano e accompagnati, aiuta tanto, proprio tanto anche solo poterne parlare liberamente, confrontarsi con chi ci è passato. Con il telefono non riesco ad inserire link, ma troverai un vecchio post dal titolo 'Non è facile'. Per conoscere Lui e Lei...

      Elimina
  4. Mi colpisce la "condivisione di intimità" che, per un uomo, è cosa molto rara e mi colpisce la tua dichiarazione d'amore!
    Sentir parlare una donna dell'amore che prova per il suo uomo alimenta la speranza di chi, come me, quell'amore lo sta ancora cercando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha stupito molto anche me! Era così felice di portare la speranza nel cuore della sua amica, voleva tranquillizzarla, farle capire che è normale che la vita sessuale di una coppia che cerca di avere un figlio da anni è un mondo a se'. Fare sesso 'a comando', nei giorni giusti per procreare è facile per la donna (e neanche tanto), ma l'uomo non può dissimulare il desiderio di trovarsi da un'altra parte a fare tutto tranne quello! Rischi di perdere la passione per l'altro e non ritrovarla più, rischi di perdere l'amore, rischi di perdere te stesso nella ricerca spasmodica di un figlio. Mia nonna diceva: trova un uomo che stimi, che ti voglia bene e ti rispetti e l'amore arriverà, il resto è illusione. Il mio amore per il Fatalista è nato così, e si alimenta di queste semplici cose. Finora ha funzionato, nonostante i problemi che abbiamo dovuto affrontare. Del domani non v'è certezza...

      Elimina
  5. Splendidi. Entrambi. E pure la nonna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il complimento...non è tutto oro quello che luccica, infatti sulla mia nonna paterna dovrei aprire un capitolo a parte...magari un giorno ne parlerò e ti farai più di una risata! Ti auguro di trovare il tuo Amore presto xxx

      Elimina