martedì 9 settembre 2014

Confessioni

Ho letto il post di Carla S. e sono rimasta un po' così.
Non so qual'è la parola giusta, non saprei neanche spiegare cos'è quella sensazione che mi ha preso dentro.
"Chiediti qual è la bellezza che vorresti, intorno a te, nella tua realtà quotidiana o nel mondo, la bellezza che vorresti per te stessa, per chi ti sta vicino.
Pensaci, scrivi cosa è per te la tua idea di bellezza."
Non è che sia proprio una domandina facile facile. 
La bellezza che vivo è la mia intera esistenza, con le sue luci e le sue ombre: quelle del passato e quelle del presente. Sono una donna felice e serena per la maggior parte del tempo, realizzata e appagata. Mi sento fortunata perché ho la famiglia in cui sono nata, un marito che amo e che mi ama, una splendida bambina, un lavoro e... una casa in prestito in cui non pago l'affitto!!!
Per chi mi sta intorno vorrei quello che ad un certo punto ho avuto io: la consapevolezza di quello che sono, dei miei limiti, dell'amore che mi circonda e di quello che sono in grado di dare; ma anche la scoperta che la volontà arriva oltre quegli stessi limiti e che i paletti possono essere spostati sempre più in là, con pazienza e determinazione. 
Possiamo molto più di quello che pensiamo di poter fare.
Ma la bellezza che vorrei?
Si può fare una domanda simile a chi è cresciuta con l'avvertimento "attenta a quel che desideri!"?!
Eppure la risposta c'è...solo fa paura confessarlo.
La bellezza che vorrei è un altro bimbo. E non come racconto a chi me lo chiede...lo farei solo per compagnia alla bambolotta.
Lo farei per me e per il Fatalista, con quello stesso egoismo che mi ha spinto a cercare nostra figlia.
Lo farei perché sento un vuoto, come se la sua presenza fosse reale e non un semplice desiderio.
Lo farei, ma non lo farò. Perché, al contrario della maggior parte delle coppie, non basta che ci guardiamo negli occhi per far crescere la panza...il percorso della pma è impegnativo!
E ora che c'è la bambolotta non posso sacrificare la bellezza che vivo per la bellezza che vorrei.

12 commenti:

  1. Sei una donna incredibile, che bella! E ti abbraccio, con le lacrime agli occhi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver pubblicato ho pensato "oddio che ho fatto! di certo qualcuno mi criticherà aspramente" e invece tu mi elogi...grazie per aver capito.

      Elimina
  2. eccomi qui, ancora i ufficio, con i lucciconi... grazie.
    solo questo: grazie di cuore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero strano scoprire che persone che non hanno vissuto le tue stesse esperienze riescano a capire ed emozionarsi come te.
      E' stupendo!!!

      Elimina
  3. Decidere di provare ad avere un altro figlio non e' mai una scelta facile come non lo e' decidere di rinunciarvi. Ogni decisione porta con se una scelta e una rinuncia che affronteremo con la forza che caratterizza ogni donna e che di certo non sarà mai una decisione affrettata, ma conseguenza dei pensieri che consideriamo più giusti. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mammapiky. Se la rinuncia è fortemente motivata si può andare avanti con il sorriso.
      Va bene così: ho molto più di quanto abbia mai osato sperare!
      Ricambio l'abbraccio

      Elimina
  4. wow ..devo dire che quando ho lanciato la staffetta per #labellezzachevorrei non avrei mai immginato potesse arrivare cosi' in profondità per tirare fuori e condividere delle emozioni cosi' intense. Grazie mille, davvero.

    Valentina

    il post originale

    http://labellezzachevorrei.blogspot.it/search/label/%23labellezzachevorrei

    p.s. se ti va di continuare la staffetta devi nominare 3 blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Valentina e benvenuta! Perdonami se non ho continuato la staffetta, sono certa che non ce ne sia alcun bisogno: qualcuno leggerà e troverà di certo la sua ispirazione come è capitato a me.
      Ho letto la tua visione di bellezza ed è altrettanto profonda ed intensa quanto la mie e le altre ♥
      Questo dove sei capitata non ha l'aspirazione dei "veri" blog...è un piccolo diario e come tale non si rivolge direttamente ai lettori...insomma sono incapace di scrivere un post con la consapevolezza di rivolgermi ad un pubblico :-(((
      Scrivo per lo più di getto quelle che sono le mie esperienze quotidiane e le mie riflessioni...magari col tempo imparerò, chissà.
      Ci sono i commenti a ricordarmi che "mi leggono", ma per ora cerco di non pensarci sennò mi viene il "blocco dello scrittore"!!!

      Elimina
  5. Mai dire mai Fortunata mia..chissà..
    La bambolotta è così pasteccosa, bella , paciosa, che mai dire mai..
    Io non potrò mai esprimere ciò che vorrei come bellezza, l'ho avuta , è scomparsa per sempre...domani, ma quando ? ci rivedremo?!
    Speriamo e continuiamo a sperare e a vivere...
    ti bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo auguro...me lo auguro per tutti!
      Un abbraccio forte forte

      Elimina
  6. Commossa anche io dalle tue parole. Non ti conosco (ma provo a recuperare) e soprattutto so pochissimo della pma. Quello che le tue parole dicono è che sei una donna straordinaria e che bambolotta te la sei meritata tutta quanta. Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Fabiola! Benvenuta!!!
      Grazie per le tue parole, ma ti assicuro che sono tutt'altro che straordinaria.
      Come mamma provo a fare del mio meglio con questo dono pazzesco che la Vita ha voluto farmi...e no, non la merito. Però aspiro a meritarla...

      Elimina