giovedì 15 gennaio 2015

Brum brum

Il Fatalista la sera torna spesso a casa con un nuovo gioco per la bambolotta.
Inizialmente ho provato a dissuaderlo, poi a fargli capire l'assurdità del viziarla continuamente, infine sono passata alle minacce e alle dichiarazioni di guerra.
Come sempre lui mi ignora e fa di testa sua, per cui ormai, ad ogni pacchetto nuovo che gli vedo fra le mani, borbotto come una caffettiera e mi chiudo in cucina: non voglio sentirmi complice della diseducazione di mia figlia e preparo una vendetta, che prima o poi metterò in atto...
Ieri sera  si è ritirato con una macchina telecomandata.
In due hanno urlato e fatto chiasso come una squadra di calcio per tutta la sera!
Il marito ha comprato un'altra di quelle cose che la bambolotta già da stasera ignorerà per tornare ai suoi colori, alle sue tazze da tè, alla sua Matilde...
Ma quello che mi fa più rabbia è che i regali del padre, seppur presto dimenticati, in qualche modo sembrano autorizzare la piccola a richieste assurde.
Stamattina, per tutto il tragitto fino all'asilo, la bambolotta si ostinava ad urlarmi imperiosa:
"Mammaa? mammaaa? Mì, mì brum brum!"
"Nooooo, non puoi guidare la macchina di mamma, amore mio!"

21 commenti:

  1. Io sono uguale con mia figlia...non resisto...sarà che con lei son tornata bambina e ho la scusa buona per giocare anche io di nuovo!
    Un bacio <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, monella! Pure tu senza freno, eh?!
      Un bacio a te!

      Elimina
  2. Pinkg, gioare conn la bimba è veraente importante e bello. Però, ci vogliono regole,, Deve capire... i figli devono capire e sta a noi genitori insegnare che non si può avere tutto... che a qualccosa bisogna rinunciare.

    Fotunata.. per conto mio hai ragione tu. Non è necessario comprare sempre regali! E' meglio dedicar loro il nostro tempo. Prendere colori e carta e disegnare insieme magari.
    A quanto vedo tuo marito almeno con la piccola ci gioca... questo è molto bello!
    Ma se riuscissi ad educarlo un po'.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, alla fine, lei preferisce colori, matite e plastilina a tutto il resto: che senso ha riempirla di giochi in modo compulsivo?!
      Vorrei che potesse "desiderare" per imparare ad apprezzare.
      Chi se lo immaginava che il mestiere di mamma consiste nell'educare prima i papà?!

      Elimina
    2. Ma non lo sai che è più complicato insegnare le cose al marito che ai figli??????
      :)) :)) =))

      Comunque più sotto dici che non vanno viziati perchè perdono di vista le cose importanti.
      Hai perfettamente ragione. Se imparano ad attendere, a sospirare a desiderare qualcosa dopo lo apprezzano di più.

      Elimina
  3. Oddio una delle mie più grandi paure... Il fatto è che so benissimo che il mio ragazzo, quando sarà padre, non avrà freni da questo punto di vista, e so anche che faremo le migliori litigate per questa storia... Pensa te, ora vizia il cane, in passato ha viziato i suoi nipotini, figuriamoci se non vizierà i figli! Ma su questo sarò categorica, mi farò sentire, minaccerò il divorzio (semmai ci sposeremo!)...
    La verità è che lui mi dice sempre che vuol dare agli altri ciò che non ha mai potuto avere lui... Questa cosa mi stringe il cuore, ma so anche che non è educativo per i bambini, e saper dire di no è tutto a loro vantaggio...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non aver paura, Maira! Troverete un equilibrio: in genere c'è sempre un genitore più severo dell'altro, ma...sai una cosa? Non è detto che in futuro le vostre parti si invertano! Tutto cambia quando si forma una famiglia e si scoprono risorse in se stessi e nell'altro che non si possono neanche immaginare...

      Elimina
  4. Ciao arrivo qui da mammagari!
    Non è facile in generale andare d'accordo sull'educazione dei bambini, ma sull'accumulo dei giochi non transigo: a ogni gioco che entra in casa i bambini devono rinunciare a qualcosa con cui non giocano più da tempo...
    Dici che aiuterebbe? Dico tuo marito, non la bambina ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta, Murasaki! E' un piacere conoscerti!
      In merito alla rinuncia di un gioco per ogni nuovo che entra, medito piuttosto di riempire un camion da donare a qualche associazione! Mi frena la paura della reazione del bambino (il marito)...la ripresa dallo shock sarebbe lunga e difficile!

      Elimina
  5. La macchinina telecomandata! facciamo le gare con Nino!
    Pazienza, ci vuole pazienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In compenso ora abbiamo anche un gioco per Nino se venite a trovarci...anzi, mi correggo: la veemenza dei miei giocatori mi lascia predire una vita brevissima per il nuovo oggetto!!!

      Elimina
  6. ahahaha, mica l'ha comprata più per lui che per la bambolotta :D
    Io in quanto zia ho il permesso di viziare i nipoti, però ti capisco a volte le cose sfuggono di mano. Il mio nipotino durante le vacanze di natale se ne è uscito con un "per la prima comunione voi zie mi regalate i soldi così mi compro il cellulare", come se fosse scontato che dovessimo regalargli qualcosa e che lui poteva decidere cosa! Le nuove generazioni purtroppo sono terribili da questo punto di vista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sicuro! Quale bimba di 18 mesi può desiderare di giocare con una macchina telecomandata?!
      Comunque non va bene viziarli troppo...perdono il senso delle cose importanti!

      Elimina
  7. Beh ... diciamo che tua figlia ha già le idee chiare ... hahah! :P
    A presto ... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  8. Ma una piccola macchina elettrica tanto per iniziare , quello no? che ne dici Fortunata mia..suggeriscilo al Fatalista...
    ahahaha....
    Capita ha tutti ..è capitato!
    Ti stringo forte simpatia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In fronte gliela do la macchina elettrica!!! b-(
      Un abbraccio a te!

      Elimina
  9. Oddio, lo sa che poi tutto gli si ritorcerà contro, vero?
    Mia suocera aveva abituato mio figlio che prima di entrare alla scuola materna si passava a comprare in edicola. Non ti dico le strategie per ovviare a questa cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, secondo me non lo sa affatto e neanche lo vuole sapere...infatti continua a dichiarare: "che male può fare? sono solo giochi, non la sto viziando!".
      Più lui è debole tanto più io mi devo mostrare brutta e cattiva: la bambolotta lo adora pubblicamente a mio discapito e lui prosegue imperterrito nella strada intrapresa, felice e baldanzoso!
      Comunque credo che non ci metterà molto a realizzare che deve cambiare atteggiamento: la piccola dà già fastidiosissimi segni di prepotenza nei suoi riguardi che lo stanno mettendo in allarme...

      Elimina
  10. Ma che li hanno fatti con lo stampo, questi papà?!?! Mio marito fa la stessa cosa e i figli sono due...non sai quanto mi incavolo e non riesco a fargliela capire, non sai quante discussioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure recidivo?!
      Ha ragione Patricia: bisogna educare i padri per educare i figli!!!

      Elimina